Housing Anywhere

Le migliori città dove trovare lavoro

Le migliori 100 città dove trovare lavoro nel 2019

Ogni anno, sempre più italiani decidono di lasciare il proprio Paese e di cambiare vita. Mentre alcuni scelgono di completare il proprio percorso di formazione fuori dall’Italia, altri decidono invece di trasferirsi stabilmente all’estero per cercare lavoro. Molti fanno del viaggio uno stile di vita e diventano dei veri e propri “nomadi digitali”; altri optano invece per uno stage o un lavoro in una giovane start-up o in una grande società. Cambiare vita regala sempre nuove opportunità ed è quindi facile capire perché molte persone scelgono di partire.

Ma come si fa a scegliere la migliore destinazione in cui trasferirsi? A quali condizioni di sicurezza e di qualità della vita si può aspirare una volta arrivati? È chiaro che le opportunità di lavoro cambiano di città in città. Per questo abbiamo condotto uno studio sulle migliori città in cui trovare lavoro e stilato la lista delle migliori 100.

Ecco la lista delle 100 città che hanno totalizzato il massimo dei punti in tutte le categorie. Clicca qui per la classifica in base a: numero di posti di lavoro disponibili, salario medio, costo della vita, start-up score, qualità della vita e apertura mentale. Consulta la sezione metodologica per maggiori informazioni sugli indici considerati.

Metodologia

La classifica delle “Migliori città in cui trovare lavoro” è stata creata utilizzando dati di pubblico dominio relativi alle città in esame. I punteggi finali sono stati calcolati per diverse categorie, utilizzando un valore standard per classificare le città sulla base del punteggio medio totale. Non c’è un massimale di punti, quindi il piazzamento di una città dipende da quanti più punti ottiene in ciascuna categoria. Per ragioni di comparazione sono state escluse quelle città per cui non c’erano abbastanza dati disponibili. Ogni categoria è stata valutata in base ai dati più recenti da fonti autorevoli.

Offerta di lavoro

Quando si cerca lavoro bisogna partire da dove c’è più offerta. Questo metro di giudizio è stato sviluppato considerando le posizioni lavorative aperte su LinkedIn. Più possibilità ci sono, più è probabile che tra queste ci sia il lavoro dei propri sogni. Un numero alto di posti di lavoro disponibili è anche un ottimo indicatore del livello economico di una determinata città: l’offerta di lavoro è infatti sinonimo di benessere.

Salario medio

Trovare un lavoro è importante, ma uno stipendio adeguato lo è ancora di più. Per questa ragione questo studio prende anche in considerazione lo stipendio netto mensile medio. I soldi non fanno la felicità, ma poter pagare le bollette può sempre tornare utile, no?

Costo della vita

Il costo della vita varia grandemente di città in città. Chi ha intenzione di stabilirsi all’estero deve sapere come gestire il proprio reddito mensile. Questa categoria mostra l’incidenza del prezzo dei beni di consumo, compresi i costi per l’affitto mensile. In altre parole, quanto costa vivere in un determinato posto?

Start-up score

Le città che hanno una fiorente comunità di start-up, o un gran numero di aziende internazionali, tendono ad avere più posti di lavoro disponibili per gli stranieri, aiutandoli a sentirsi a casa. Per questa categoria ci siamo basati su studi precedenti in merito alle città migliori per le start-up, per gli expat e le città più influenti nel mondo.

Qualità della vita

Prima di scegliere una città è importante considerare se saremmo disposti a viverci a lungo, ovvero assicurarci di potervi soddisfare i nostri bisogni primari. In questo casto caso abbiamo considerato tre variabili: 1. Sicurezza – il livello di criminalità segnalata e la percezione di sicurezza da parte dei cittadini; 2. Salute – la qualità delle cure e la soddisfazione generale relativamente ai servizi sanitari; 3. Ambiente – il livello di inquinamento.

Apertura mentale

Questa categoria indica l’apertura mentale e la predisposizione all’accoglienza di una città e dei suoi cittadini. Sentirsi a casa è importante. I fattori qui presi in considerazione includono: l’abilità di parlare inglese delle persone del posto, le pari opportunità, l’apertura nei confronti di persone di origini e culture diverse e della comunità LGBTQI.

Ricerche

  • Offerta di lavoro: Job openings posted on LinkedIn.com, December 2018
  • Start-up score: Top Cities for Startups, Startup Ecosystems Ranking Report 2017 by Startup Blink, The Best & Worst Cities for Expats in 2018 report by Internations.org, Most Influential Cities in the World 2018 report by AT Kearney,
  • Salario medio: Average Monthly Net Salary per City, 2018 data
  • Qualità della vita: Quality of Life per City, 2018 data
  • Apertura mentale: Nomadlist, 2018 data

Disclaimer

Abbiamo sviluppato questa classifica per offrire una panoramica sulle migliori città dove andare a vivere e trovare lavoro con l’obiettivo di aiutare i giovani professionisti a prendere la giusta decisione per la loro carriera. Data la natura dell’indagine, le conclusioni sono soggette a modifiche costanti. Commenti e considerazioni sono benvenuti!